Strada Romantica in Baviera

Romantische strasse

“Non c’è strada troppo lunga per chi cammina lentamente e senza fretta; non ci sono mete troppo lontane per chi si prepara ad esse con la pazienza.”

– Jean de La Bruyère sulla Strada Romantica   

Avete deciso di intraprendere un viaggio in Germania e magari avete pensato a lungo sull’opportunità di visitare la Romantische Strasse per andare alla scoperta della Baviera e del Baden-Württemberg. Vi piacciono gli scenari incantati dei castelli delle favole, la natura rigogliosa ed i percorsi storico-artistici. Vi rilassate nei borghi alla ricerca di chiese ed edifici, perdendosi tra i vicoli di paesi e cittadine che si affacciano su fiumi, laghi e boschi. Se è così, non manca che fare le valigie e partire alla volta di Würzburg, la tappa iniziale di questo percorso conosciuto in tutto il mondo come la Romantische Strasse, il percorso turistico tedesco più conosciuto al mondo.

Cosa è la Romantische Strasse?

La Strada Romantica è stata lanciata nel 1950 per promuovere il turismo nella Germania uscita devastata dalla Seconda Guerra Mondiale. L’intento del governo tedesco era quello di richiamare visitatori in terra teutonica e ricostruire un’identità turistica al paese che era uscito dalla guerra pagando un prezzo altissimo in termini di morti civili e di distruzione di case ed edifici. Così si decise di costruire un senso e una filosofia intorno ai luoghi che si trovavano lungo questa antica via che collegava la Germania centrale con il sud del paese.

Il progetto di rilancio della Germania che voleva segnare il passaggio ad una fase successiva a quella del regime nazista e delle macerie avvenne per la Romantische Strasse nel 1950 quando si è provato a rilanciare il paese puntando sulla bellezza del territorio e sulla sua storia. In fondo la corrente Romantica era nata in Germania e quindi perché non coniugare questo fattore artistico-letterario con i luoghi che ne esprimevano le caratteristiche?

Nel secondo dopoguerra questa zona della Germania era interessata dall’occupazione degli Stati Uniti e la speranza degli ideatori del nuovo tracciato era che gli americani che erano di stanza qui potessero venire in vacanza sulla Romantische Strasse con la propria famiglia, lanciando il nuovo percorso turistico nel Nuovo Mondo.

Natura selvaggia, cittadine storiche, attrazioni naturali, castelli incantati e paesaggi suggestivi sono gli ingredienti che rendono appetibile questo percorso alla scoperta della Germania autentica, attraverso continui passaggi e rimandi all’arte, la cultura, la storia ed ovviamente la natura. Una natura davvero intrigante ed imperante che vi farà rimanere incantati davanti alla sua bellezza.

La Strada Romantica si compone di tanti piccoli quadri differenti, di atmosfere suggestive, di percorsi enogastronomici, di attenzione al particolare, tutti elementi che renderanno il vostro viaggio unico. Che partiate da Würzburg, in bassa Franconia, o da Füssen, al confine con l’Austria, non cambierà l’effetto di stupore che percepirete durante il viaggio, camminando nei luoghi di questa antica via commerciale.

Il paesaggio che si incontra si rimodula da nord a sud: le valli su cui scorrono i fiumi, i campi coltivati e le casette colorate dei centri cittadini faranno da sfondo alle passeggiate, scendendo lungo le strade della Romantische Strasse cambiano gli scenari e si raggiungono i boschi ed il passaggio alpino. L’armonia, la pulizia e l’accoglienza sono il biglietto da visita della Germania che offre un viaggio variegato ed adatto a tutti i gusti. Si passa dalla storia romana di Augusta al rococò della Wieskirche, dallo splendore barocco della Residenz di Würzburg ai castelli da fiaba di Hohenschwangau e di Neuschwanstein.

Tra il Meno e le Alpi, nei 460 chilometri della Strasse, si susseguono 29 località diverse che racchiudono 3000 anni di storia tedesca ed europea. A questo si aggiungono parchi e meravigliosi giardini, giochi d’acqua, strade del vino che si srotolano tra i vitigni. In fondo è comprensibile trovare tutta questa varietà di offerte perché i Tedeschi sostengono giustamente che la Strada Romantica è costituita da tre grandi K: Kunst, Küche e Kultur. Arte, Cucina e Cultura si snocciolano tra edifici, città e campagna, sempre in movimento e con eventi artistici e festival culinari.

 

Cosa vedere nella Strada Romantica della Germania

Le principali attrazioni della Romantische Strasse:

  • Fussen 
  • Castello Neuschwanstein 
  • Castello di Hohenschwangau 
  • Wieskirche 
  • Landsberg am lech
  • Augusta
  • Nordlingen
  • Dinkesbuhl 
  • Rothenburg ob der tauber
  • Wurzburg

Esplora LA STRADA ROMANTICA

In auto, in moto, in bici o a piedi da Wurzburg a Fussen.

Quando partire per la strada Romantica?

Sicuramente ogni stagione ha le sue caratteristiche e le sue peculiarità che faranno apprezzare questa porzione di Germania ai turisti. Il territorio è caratterizzato da un clima continentale che, a ridosso delle Alpi, è maggiormente piovoso soprattutto nei mesi estivi. Nella parte più a settentrione il clima è più secco e con meno pioggia e, nel complesso, l’escursione termica tra il giorno e la notte è accentuata. Ogni viaggiatore ha le proprie esigenze ed i propri interessi per cui c’è chi apprezza maggiormente i mesi invernali e chi preferisce i periodi più caldi. Di certo un tour invernale tra i mercatini di Natale è un’ottima cornice per assaporare l’atmosfera natalizia che si respira da queste parti. La neve è una presenza assicurata per cui è necessario portare tutto il necessario per coprirsi bene. La primavera rappresenta un buon periodo per partire mentre in estate le temperature sono decisamente gradevoli anche se più rischiose per quanto riguarda le piogge. Anche i mesi autunnali assicurano temperature miti e strade meno trafficate visto che la maggior parte dei turisti visita la Romantische Strasse durante il periodo delle ferie estive.

La Romantic Strasse in auto, moto o in bici?

Che siate amanti della macchina o abbiate uno spirito più on the road la Romantische Strasse accontenta tutti i tipi di viaggiatori, da quelli motorizzati (che sia macchina o moto) a quelli più attenti alla mobilità sostenibile come i bikers o coloro che si spostano con i mezzi di trasporto. Ma andiamo con ordine. Il consiglio per chi decide di percorrere la Strada Romantica con le due o quattro ruote è quello di seguire la segnaletica pista lungo il tragitto. Si tratta di cartelli contrassegnati dal colore marrone che indicano ai turisti il percorso migliore, più lento e più panoramico per muoversi tra le località della Strasse. Si eviteranno così le strade statali , sicuramente più veloci ma maggiormente trafficate, e si apprezzeranno le bellezze dei piccoli centri lontani dalle grandi arterie.

Una buona alternativa all’uso della propria automobile è quella di percorrere la Romantische Strasse con i pullman dell’Europabus che collegano le località poste lungo il tracciato con gli aeroporti di Francoforte sul Meno e Monaco di Baviera. Il servizio di collegamento tra le città, in funzione da aprile ad ottobre, consente di visitare i punti più importanti collocati lungo la Strada Romantica attraverso la formula dell’hop on-hop off. Si scende, si visita il luogo che avete scelto e si risale sul pullman alla volta di un’altra località. C’è la possibilità di scegliere tra diversi pacchetti a disposizione e di comporre il proprio viaggio in completa libertà. Anche la linea ferroviaria, la Deutschen Bahn, permette di muoversi tra le località che arricchiscono questo meraviglioso percorso.

Gli sportivi e gli amanti del turismo lento possono optare per il percorso ciclabile che si estende per quasi 495 chilometri e rappresenta veramente un buon modo per apprezzare e vivere appieno le emozioni e le impressioni di viaggio, attraverso una fruizione lenta del viaggio. Il percorso riservato alle biciclette (colore verde), denominato D9, passa su strade secondarie asfaltate e sentieri di campagna lontani dal traffico. Ma non è tutto perché la Germania, così attenta alla mobilità sostenibile, ha pensato anche ad una rete di sentieri per chi vuole affrontare il cammino con lo zaino in spalla. Un passo lento che lascia spazio alla conoscenza più approfondita delle realtà che si attraversano. Basterà seguire il colore blu che contraddistingue il percorso di trekking di quasi 500 chilometri.

Torna su