Rothenburg ob der Tauber

“Fussen la prima tappa della Romantiche Strasse”

Rothenburg ob der Tauber

A 60 chilometri da Würzburg sorge la cittadina di Rothenburg ob der Tauber, tappa obbligata della Romantische Strasse e città amatissima da quanti decidono di percorrere questa lunga via che taglia la Germania. Andata parzialmente distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale e ricostruita durante il dopoguerra nel rispetto della sua storia e della sua architettura, il borgo con le sue 43 torri è tra i più belli da visitare e vedere con le vie e le piazze pedonali sulle quali sorgono tante case dagli intonaci colorati. La presenza del fiume Tauber poi le conferisce una connotazione fiabesca ed incantata.

La viticoltura, l’artigianato e soprattutto il turismo fanno la parte del leone nel settore economico di questa cittadina collocata a 430 metri di altitudine e circondata, come molte altre qui in Baviera, da una cinta muraria che supera i 3 chilometri. I viaggiatori che giungono qui sono così tanti che a Rothenburg ob der Tauber le attività ricettive sono moltissime.

Principali Attrazioni e Mappa di Rothenburg ob der Tauber

Le principali attrazioni di Rothenburg ob der Tauber:

  • Plönlein
  • Rathaus
  • Sankt
  • Georgsbrunnen Ratstrinkstube
  • Herrngasse e Burggarten
  • Sankt Jakob Kirche
  • Käthe Wohlfahrt

Cosa vedere a Rothenburg ob der Tauber

Il Plönlein è il punto più importante e più apprezzato di questo borgo medievale bavarese. La foto di questa intersezione tra due strade poste su livelli diversi e la casa a graticcio di colore giallo campeggia su molte riviste e libri che si occupano della Romantische Strasse. Le due torri che si stagliano a destra e sinistra (la Siebersturm dotata di orologio e la Kobolzeller Turm) racchiudono questo spazio davvero suggestivo da vedere.

L’altra attrazione del borgo è la Marktplatz, la Piazza del Mercato su cui si trovano case coloratissime ed alcuni edifici interessanti. Innanzitutto si erge qui il palazzo del Municipio (il Rathaus) in stile sia gotico che rinascimentale con la sua torre su cui è possibile affacciarsi dopo aver salito i 220 gradini. Un buon modo per vedere la città dall’alto ed osservare il panorama circostante e la piazza con caffè e bistrot, luogo in cui si svolgono concerti e a Natale il caratteristico mercatino. Nella piazza è poi presente una fontana, la Sankt Georgsbrunnen, con la statua di San Giorgio che sconfigge il dragone e un’altra costruzione, la Ratstrinkstube, la birreria dove un tempo si riunivano i consiglieri comunali.

Sulla sua facciata ogni giorno, tra le 10 e le 22 si rinnova un rito: attraverso un meccanismo si aprono due finestrelle dell’orologio da cui spuntano le figurine del borgomastro e del generale svedese, i due protagonisti di un episodio avvenuto nel 1631, durante la Guerra dei Trent’anni. il generale svedese Tilly, infatti, disse al borgomastro della città che avrebbe risparmiato il borgo se il primo cittadino avesse bevuto tutto d’un fiato un boccale di tre litri ed un quarto di vino. Detto fatto, il borgomastro accettò la sfida e la vinse, salvando la sua città dalla distruzione.

In ricordo di questo episodio a Rothenburg ob der Tauber, durante il periodo di Pentecoste, si svolge la festa chiamata Meistertrunk (la bevuta del borgomastro) diventata Patrimonio immateriale dell’umanità. La sfilata in costumi d’epoca, le danze dei pastori ed ovviamente l’epica bevuta del borgomastro ricordano per quattro giorni consecutivi l’evento accaduto nel XVII secolo.

La Herrngasse (la Via dei Signori), invece, è la strada principale di Rothenburg ob der Tauber che collega la Marktplatz con i Burggarten, i curatissimi giardini del castello che un tempo sorgeva in questo luogo. Dell’antico maniero è rimasta solo la Blasiuskapelle che oggi ospita i resti dei soldati tedeschi caduti durante le due guerre mondiali.

La Herrngasse è un’elegante strada su cui si ergono numerosi palazzi dei notabili di un tempo, colorate case a graticcio, negozi tipici, pasticcerie piene di dolci. Poco distante ed assolutamente da vedere è la chiesa più antica della città, la gotica Sankt Jakob che fu iniziata nel Trecento ma terminata soltanto nel 1448. Il suo interno ospita la Heilig-blut-altar (l’Altare del Sacro Sangue), la scultura lignea realizzata agli inizi del Cinquecento dallo scultore ed intagliatore Tilman Riemenschneider per conservare la reliquia del sacro sangue.

E poi non rimane che vedere le mura medievali che cingono Rothenburg e le conferiscono un aspetto fiabesco. Tra le meglio conservate in Germania, la cinta muraria risalente al XIV e XV secolo è dotata di 43 torri, di porte di accesso e dell’ immancabile camminamento di ronda di 2,5 chilometri dove in alcuni punti si panoramici si possono vedere dall’alto la Valle del Tauber ed il borgo.

Se siete in viaggio lungo la Romantische Strasse durante il periodo natalizio non potete mancare al ‘mercatino del cavaliere‘ che inizia il venerdì prima dell’Avvento. Mentre girerete tra le caratteristiche bancarelle vi faranno compagnia i dolci tipici, le salsicce ed il vin brûlé . Nato oltre 500 anni fa, questo mercatino è tra i più apprezzati e ricercati dai turisti che vengono qui per immergersi nelle atmosfere magiche del Natale.

Ma oltre al mercatino di Natale potrete recarvi al Käthe Wohlfahrt, il negozio aperto nel 1964 che vende prodotti natalizi. Qui è possibile trovare tutto ciò che è necessario per addobbare alberi, finestre, balconi e tra gli scaffali troverete ovviamente in vendita presepi, palline, oggetti in legno, in vetro ed in latta di primissima qualità. Al primo piano del negozio si trova poi il museo tedesco del Natale con oggetti e decorazioni originali del XIX e XX secolo.

Dove Dormire a Rothenburg ob der Tauber

Dormire, dolce dormire! È arrivato il momento di riposarsi e trovare un alloggio per le vostre tasche. Quello più economico è sicuramente lo Jugendherberge Youth Hostel, l’ostello con camere e dormitori che offre un’abbondante colazione a buffet. L’Hotel Bären (3 stelle), in posizione centrale, offre comode camere ed un buon ristorante che propone cucina tradizionale. La Altfraenkische Weinstube ed il Klosterstüble sono due hotel amatissimi dai turisti. Centrali e posizionati vicinissimi alla chiesa di Sankt Jakob hanno camere confortevoli e sono dotati entrambi di ristoranti in cui gustare i piatti tradizionali della Franconia.

Anche l’Hotel Restaurant Herrnschlosschen offre stanze e piatti ottimi. Il servizio attento, la gentilezza del personale e la prelibatezza della cucina sono le sue caratteristiche. La cucina proposta è quella locale con una particolare attenzione alle esigenze dei vegetariani. Cucina invece mediterranea per il Restaurant Michelangelo che cucina pasta, carne, pesce e pizza. Il locale è grande e moderno ed è possibile mangiare all’aperto sotto le mura di Rothenburg. In una stradina tranquilla ma dotata di grande fascino si trova il ristorante Alter Keller che cucina piatti tipici della tradizione francone. Ottimi lo stinco ed il gulash, se accompagnati con la birra ancora più gustosi!

Torna su