La prima tappa della Romantische Strasse

wurzburg

“Solcata delle acque del fiume Meno, una autentica città bavarese”

Wurzburg

Würzburg è il punto di partenza della Romantische Strasse, la strada che percorre la parte centrale della Germania unendo numerose località di interesse storico-artistico. Situata nella parte nord-occidentale della Baviera, capoluogo del distretto amministrativo della Bassa Franconia, la città di Würzburg risplende per la bellezza del suo stile barocco. I colori, la luce calda della sera ed il tramonto fanno risplendere i tetti, le guglie, le cupole della città tedesca, sede di un’antica città universitaria e solcata dalle acque del fiume Meno.

Avete deciso di intraprendere il viaggio che vi porterà alla scoperta dell’itinerario più conosciuto e più frequentato dai turisti di tutto il mondo. Siete appena arrivati a Würzburg, la bellissima città bavarese che ospita uno dei siti Patrimonio UNESCO e, dopo avere lasciato i bagagli in albergo, volete fare un giro per la città, alla scoperta di edifici, chiese e piazze. Vi volete immergere nelle atmosfere sospese della cittadina della Franconia ed avete intenzione di godervi questo primo giorno alla ricerca dei luoghi più caratteristici e peculiare di Würzburg.

Qui troverete un’agile guida della città che vi accompagnerà nella vostra immersione completa nel mondo bavarese. Nei ristoranti e locali disseminati nelle vie cittadine troverete poi il luogo adatto per ritemprarvi e recuperare le energie necessarie per continuare il tour cittadino. La vivacità di Würzburg e la sua ricchezza culturale vi lasceranno senza fiato.

Principali Attrazioni e Mappa di Wurzburg

Le principali attrazioni di Wurzburg:

  • Alte Mainbrücke (Ponte Vecchio sul Meno)
  • Duomo di Wurzburg (Dom St. Kilian)
  • Chiesa Neumünster-Kirche
  • Stift Haug 
  • Marktplatz, (Piazza del Mercato) 
  • Marienkapelle  (Cappella di Maria)  
  • Residenza dei Principi Vescovi (Sito Unesco)
  • Fortezza di Marienberg 

Cosa vedere a Wurzburg

Wurzburg Ponte

Würzburg è stata distrutta ed è risorta più volte nel corso della sua lunga storia. Le ricostruzioni ne hanno modificato anche l’impianto cittadino, cambiandone l’originario aspetto. Questa trasformazione avvenne soprattutto dopo le devastazioni perpetrate dalle truppe svedesi nel Seicento, periodo in cui Würzburg venne trasformata da città medievale a centro del barocco con l’arrivo, tra le altre cose, di un pittore come Giambattista Tiepolo. La seconda trasformazione della città avvenne durante la Seconda Guerra Mondiale quando il 90% delle abitazioni e degli edifici venne raso al suolo dai bombardamenti britannici. Era il 16 marzo del 1945 ed il centro barocco di Würzburg fu distrutto ma la città bavarese seppe rialzarsi nuovamente e furono ricostruiti gli edifici che avevano subito crolli e devastazioni.

Würzburg sorge sul Meno e come tutte le città interessate dalla presenza di un fiume è attraversata da ponti che collegano le due sponde fluviali. L’Alte Mainbrücke (Ponte Vecchio sul Meno) è uno di questi ma non è soltanto una struttura di collegamento, è molto di più. Costruito nel 1476 ed impreziosito da 12 statue, l’Alte Mainbrücke è un punto di riferimento per i tedeschi ed i turisti che vengono qui, soprattutto nel periodo caldo, per gustare un bicchiere in completo relax. Il ponte, lungo 185 metri, è il più antico sul fiume Meno e collega la città vecchia (l’Altstadt) con la bellissima Fortezza di Marienberg.

Dal ponte che è completamente pedonale è possibile ammirare tutto il panorama circostante con la dovuta calma e senza il rumore del traffico. Avrete una visione d’insieme dei luoghi più importanti della città che si trovano sul versante est, magari stando seduti al tavolino di qualche bar o ristorante. Ad imporsi su tutto il resto degli edifici del centro storico è il duomo (il Dom St. Kilian) che svetta con i suoi due campanili gemelli che raggiungono i 105 metri. La chiesa, a tre navate e transetto asimmetrico, ha subìto nei secoli vari interventi che ne hanno trasformato l’impianto architettonico da romanico a barocco con le opere decorative realizzate tra il 1701 ed il 1704 dal milanese Pietro Magni.

Sempre nelle vicinanze del Duomo è possibile visitare la settecentesca Neumünster-Kirche, la chiesa che riconoscerete per il suo caratteristico colore rosso e per la sua cupola barocca, e la Stift Haug, l’edificio sacro costruito dall’italiano Antonio Petrini che contiene il quadro del Tintoretto del 1585 intitolato Crocifissione di Gesù. 

Proseguendo nel vostro percorso si arriva ad un altro luogo simbolo della città: la Marktplatz, la caratteristica Piazza del Mercato che, oltre alle bancarelle in cui è possibile comprare i classici bratwurst ed i dolci tipici, ospita il caratteristico mercatino di Natale. Sulla piazza poi si aprono la gotica Marienkapelle (la Cappella di Maria), che colpisce per le sue dimensioni e le sue guglie, e la trecentesca Haus zum Falken (la Casa del Falco) abbellita con stucchi di stile rococò.

Dopo una passeggiata lungo le caratteristiche vie che ospitano i punti di interesse della città non resta che visitare il centro di attrazione principale della città, il luogo simbolo di Würzburg: la residenza dei principi-vescovi inserita nel 1981 dall’UNESCO all’interno della lista del Patrimonio dell’umanità. Johann Philipp Franz von Schönborn e suo fratello, Friedrich Karl, diedero avvio alla costruzione della residenza affidando l’incarico all’architetto Johann Balthasar Neumann.

Il giorno di posa della prima pietra avvenne nel maggio del 1720 ed i lavori di costruzione proseguirono per venti anni circa, fino al 1744, anno in cui l’opera poteva definirsi compiuta. Ma qualcosa mancava ed erano le parti dell’abbellimento e delle decorazioni interne che furono affidate al genio di Giambattista Tiepolo, giunto a Würzburg il 12 dicembre 1750 insieme ai suoi due figli, Giandomenico e Lorenzo. Il programma iconografico realizzato dal pittore veneziano prevedeva la realizzazione di affreschi nella Kaisersaal, con la rappresentazione della storia politica della diocesi di Würzburg nonché con la decorazione della volta dello spettacolare scalone centrale.

Proprio sul soffitto di questo amplissimo spazio il Tiepolo realizzò l’Olimpo e i quattro continenti, affresco che si estende su una superficie di 600 metri quadri. Il pittore ha raffigurato i quattro continenti allora conosciuti (Asia, Europa, Africa ed America), rappresentati da personaggi femminili, nell’atto di onorare il principe-vescovo attraverso una modulazione di colori e di luminosità che crea l’effetto di sfondamento nella parte centrale della volta. Oltre alle stanze riccamente decorate la Residenz racchiude anche la Hofkirche, una chiesa barocca del Settecento ricca di marmi, ori e stucchi, e l’Hofgarten, il giardino ricco di statue, aiuole curatissime ed alberi da frutto sotto cui cercare un po’ d’ombra nelle giornate più calde.

Ma non può mancare una visita alla Fortezza di Marienberg (Festung Marienberg) raggiungibile a piedi in mezz’ora e collocata sulla sponda sinistra del fiume Meno. Dal castello si osserva lo stupendo panorama circostante nonché il nucleo urbano di Würzburg. La posizione privilegiata della fortezza, collocata su un’altura tra i vigneti, consente ai visitatori di ammirare tutta la città, l’università ed il fiume Meno.

Nel 1201 sotto il vescovo Konrad I di Querfurt iniziarono i lavori di costruzione della fortezza di Marienberg che fu per molti secoli la dimora dei principi-vescovi prima della costruzione della Residenz. Durante il tardo Medioevo ed il Rinascimento, la struttura venne ampliata mente i bastioni che oggi si vedono sono stati costruiti nel 1631, quando l’esercito svedese assaltò la fortezza durante la Guerra dei Trent’anni. All’interno della fortezza, oltre al Mainfränkisches Museum (Museo della Franconia) e al Museo della Fortezza, si trovano l’altissima mastio, la Marienkirche e l’ottagonale Brunnenhaus con il suo pozzo rinascimentale.

Dove Dormire a Wurzburg

State organizzando il vostro viaggio o magari siete già a Wurzburg e siete alla ricerca di un hotel o di un b&b in cui passare la notte. Niente paura! La cittadina bavarese offre numerose soluzioni di alloggio. Si va dalle soluzioni a quattro stelle con lo Schlosshotel Steinburg, l’Hotel Würzburger Hof  ed il Best Western Premier Hotel Rebstock situati tutti in zona centrale e con tutti i comfort a quelle più a buon mercato come il Ghotel hotel & Living Wurzburg. 

Il Babelfish Hostel, posto di fronte alla stazione, potrebbe essere una soluzione a buon mercato per chi viaggia in treno. Offre diverse soluzioni alloggiative che vanno dai posti letto in dormitorio, alle camere singole passando per affitti di veri e propri appartamenti dotati di cucina e soggiorno. 

Se ci si sposta, invece, nella parte più periferica di Wurzburg si possono trovare hotel tre stelle a prezzi relativamente bassi come quelli dell’ Hotel Lindleinsmühle che serve anche una ricca colazione a buffet.

Dove Mangiare a Wurzburg

Se avete intenzione di mangiare ed assaggiare buoni piatti della tradizione tedesca abbinati ad ottimi vini del territorio non dovete far altro che prenotare e sedervi alla Vinothek Tiepolo. Non esiste un menu fisso per cui il cameriere vi elencherà i piatti del giorno. Ottimo rapporto qualità-prezzo. 

Ambiente raffinato, piatti di ottima qualità e cortesia sono gli ingredienti anche del Restaurant & Weinhaus Stachel, che si trova vicino alla Marktplatz. Se invece già vi manca la cucina italiana potete mangiare ottimi piatti in un locale accogliente e pulito che si chiama Il Grano e che è situato vicino al fiume Meno. Per un pranzo o uno spuntino veloce potete acquistare un panino con la classica salsiccia tedesca al Bratwurststand Knupfing. La fila si smaltisce velocemente ed in pochi minuti potrete addentare il vostro bratwurst affogato nella senape.

Torna su